Questa nuova realtà può mettere a dura prova la salute fisica e mentale dei lavoratori, così come la loro produttività e la capacità di comunicare in modo efficace con i colleghi.

I dati dai lavortatori

  • Il 75% dei lavoratori ha espresso il desiderio di voler lavorare maggiormente da casa anche dopo la situazione di emergenza.
  • Il 36% dei lavoratori ha espresso preoccupazioni per quanto riguarda gli effetti dello smart working sulla propria salute fisica e mentale.
  • Il 46% dei lavoratori si è sentito più isolato e  solo per via di questa condizione.
  • Più del 50% dei lavoratori ha segnalato nuovi dolori per via dello smart working

Effetti negativi

Molti lavoratori hanno riferito che lavorando da casa, hanno lavorato molto di più rispetto ai vecchi orari. Infatti lavorando da casa si è subito pronti per iniziare le proprie attività che quindi si iniziano prima ma si finiscono anche dopo, allungando la giornata lavorativa e di conseguenza aumentando stress, stanchezza e carico di lavoro. In questi casi vediamo come le linee che dividono il tempo libero dal tempo lavorativo si stiano, in questo periodo, offuscando.

Effetti positivi

La maggior parte dei lavoratori in questo periodo non dovendo prendere mezzi di trasporto, o comunque non dovendo andare direttamente sul luogo di lavoro ha guadagnato molto tempo che ha potuto dedicare ad altre attività o hobby; come per esempio fare esercizio fisico , mangiare sano, trascorrere maggior tempo con i propri famigliari ed in generale dedicare più tempi a se stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *